27° Convegno Annuale AICC

Il recente Convegno tenutosi a Verona dal 12 al 14 novembre 2014 ed organizzato dal prof. Massimo Donadelli dell’Università di Verona, viagra ha suscitato un notevole interesse scientifico
confermato dalla partecipazione di oltre 170 ricercatori e dalla presentazione di circa 70 abstract alcuni dei quali sono stati selezionati per comunicazione breve orale.

Nell’ambito del convegno AICC, find come ogni anno, si è svolto anche il convegno nazionale del Gruppo Italiano Staminali Mesenchimali (GISM) organizzato dal prof. Augusto Pessina. Gli argomenti trattati sono stati di alta qualità scientifica eseguiti con tecniche innovative e si sono focalizzati sullo studio dei meccanismi molecolari della morte cellulare programmata e del coinvolgimento dei micro RNA nella regolazione di processi cellulari quali la proliferazione, l’apoptosi, l’autofagia e la metastatizzazione neoplastica.

Di particolare interesse è stata la sessione sull’interazione tra metabolismo e regolazione della morte e della proliferazione cellulare che ha visto riemergere l’interesse verso l’effetto Warburg come processo metabolico fondamentale nel mantenimento del fenotipo neoplastico.

Altrettanto rilevante è stata la sessione sugli approcci integrati di target therapy per il trattamento delle neoplasie umane che ha visto contrapporsi due filosofie di ricerca: la prima basata sullo studio delle singole alterazioni molecolari neoplastiche per il successivo trattamento con farmaci specifici (basket trials) e la seconda basata sulla conoscenza delle interazioni molecolari presenti nella singola neoplasia o nel singolo subset istologico neoplastico allo scopo di determinare l’importanza di una certa via di trasduzione del segnale nel mantenimento del fenotipo neoplastico (integromica ed interattomica).

La sezione GISM ha visto molteplici relazioni inerenti diversi aspetti della differenziazione delle cellule staminali mesenchimali finalizzata alla rigenerazione tissutale cardiovascolare, del tessuto cartilagineo e del tessuto nervoso allo scopo di trattare diverse malattie cronico-degenerative altamente debilitanti come l’artrosi, la sclerosi multipla e laterale amiotrofica e la degenerazione arteriosclerotica. Nel corso del convegno sono state anche distribuite 5 borse di viaggio da 700 € per giovani ricercatori che presentavano i migliori abstracts e 4 premi da 1000 € per giovani ricercatori con i migliori poster.

Print Friendly, PDF & Email